Hai bisogno di conservare al meglio documenti, dépliant, brochure per la vostra azienda? O semplicemente  rendere più resistenti le vostre foto?

La soluzione migliore è sicuramente plastificare. Tante- come accennato- sono le tipologie di oggetti che possono subire questo processo.  Stiamo parlando di cataloghi, materiale promozionale, biglietti da visita, tessere associative, e ancora: segnalibri, biglietti d’auguri, persino i disegni dei bambini.

Come funziona?

Attraverso l’applicazione di una pellicola- particolarmente sottile- il foglio viene protetto da graffi e altri fattori esterni che possono danneggiarlo , come l’acqua, i raggi solari e gli agenti atmosferici. Nel dettaglio, la pellicola – opaca o lucida – viene incollata su entrambe le superficie da plastificare.

I vantaggi

Oltre a quanto già accennato, sicuramente la plastificazione:

  • dona un aspetto professionale a documenti e presentazioni di lavoro;
  • permette che i fogli presentino colori e immagini più brillanti;
  • protegge i documenti dalla contraffazione.

Quale plastificatrice scegliere?

La risposta più corretta è “dipende” .

Da cosa? Dalle tue esigenze. Se lavori con dei grandi formati, per esempio dei cartelloni, l’ideale è utilizzare una plastificatrice a freddo. Il foglio si fa scorrere attraverso  film adesivi e i rulli regolati appositamente. Di solito viene utilizzata quando il documento da plastificare rischierebbe un danno a causa del calore.

Se lavori con dei piccoli formati, invece, la soluzione ideale è una plastificatrice a caldo. In questo caso, una volta scaldata la laminatrice basta inserire il foglio ricoperto da pellicola che, grazie a i rulli interni, farà scorrere il documento verso l’area calda.

Le plastificatrici a caldo sono le più utilizzate.

Noi di Siam International ti consigliamo il marchio Monolith a 2 o a 4 rulli, ideali per fogli A4 o A3.  Perfette per utilizzare la plastificatrice a caldo sono le nostre pouches lucide di diverse misure: